Cristina Nuñez

Nata nel 1962 in Spagna, Cristina Nuñez vive e lavora a Chiasso, in Svizzera, dove ha fondato l’Associazione The Self-Portrait Experience (SPEX). Fino al 2000, Nuñez produsse libri fotografici su questioni sociali attraverso il ritratto. Ai margini di questo lavoro pubblico, dal 1988 scattava autoritratti in privato come auto-terapia, per superare problemi personali legati alla tossicodipendenza vissuta nell’adolescenza. Questi autoritratti divennero nel 2010 Someone to Love, esposto al Mois de la Photo di Montreal nel 2011, e l’omonimo video autobiografico ottenne il Premio Celeste nel 2012. Dal 2005 l’autoritratto diventa il tema centrale del lavoro di Nuñez, che insegna il suo metodo The Self-Portrait Experience in giro per il mondo, nelle carceri, centri di salute mentale, università, musei, licei e aziende, in modo che le persone possano sperimentare il processo creativo e trasformare emozioni in arte. Dai suoi workshop nascono le opere del progetto Higher Self (Io Superiore). Dal 2013 lavora al progetto continuato La Vie en Rose, in video, performance e piattaforma web, sulla ricerca dell’amore. Le sue opere sono state esposte e pubblicate a livello internazionale, fanno parte di collezioni pubbliche e private e hanno ottenuto numerosi premi e borse. Attualmente Nuñez sta ultimando un dottorato in arte presso l’Università di Derby UK.

Link al CV completo