Cristina Nuñez

Nata nel 1962 in Spagna, Cristina Nuñez vive e lavora a Chiasso, in Svizzera. Fino al 2000, Nuñez produsse libri fotografici su questioni sociali attraverso il ritratto. Ai margini di questo lavoro pubblico, dal 1988 scattava autoritratti in privato come auto-terapia, per superare problemi personali legati alla tossicodipendenza vissuta nell’adolescenza. Questi autoritratti divennero nel 2010 Someone to Love, esposto al Mois de la Photo di Montreal nel 2011, e l’omonimo video autobiografico ottenne il Premio Celeste nel 2012. Dal 2005 l’autoritratto diventa il tema centrale del lavoro di Nuñez, che insegna il suo metodo The Self-Portrait Experience in giro per il mondo, nelle carceri, centri di salute mentale, università, musei, licei e aziende, in modo che le persone possano sperimentare il processo creativo e trasformare emozioni in arte. Dai suoi workshop nascono le opere del progetto Higher Self (Io Superiore). Dal 2013 lavora al progetto continuato La Vie en Rose, in video, performance e piattaforma web, sulla ricerca dell’amore. Le sue opere sono state esposte e pubblicate a livello internazionale, fanno parte di collezioni pubbliche e private e hanno ottenuto numerosi premi e borse. Recentemente, Nuñez ha iniziato un dottorato in arte presso l’Università di Derby UK.

Link al CV completo

 

Roberto Mucchiut

Artista multimediale che predilige un approccio transmediale alla creazione, utilizzando gli strumenti digitali per integrare i vari linguaggi e livelli percettivi. Le diverse formazioni seguite in informatica (analisi e sviluppo software con specializzazioni nell’elaborazione di immagini e suono e in interaction design), in fotografia (con una formazione in fotogiornalismo), in musica improvvisata (contrabbasso e basso elettrico in contesti di jazz contemporaneo) e in musica elettronica e sound design gli permettono di affrontare ogni progetto in un’ottica multidisciplinare.

Si interessa alla video-arte e alle tecnologie per la realizzazione di installazioni artistiche ed allestimenti teatrali interattivi e lavora prevalentemente con proiettori video sperimentando proiezioni multiple con mappature su diverse superfici. Collabora regolarmente con altri artisti per progetti teatrali, musicali e visuali, e sviluppa progetti personali che spaziano dalla realizzazione di installazioni (interattive/video/sonore) a progetti fotografici e multimediali. In particolare lavora a progetti audio/visuali con una forte componente live e improvvisativa, sperimentando nuove modalità di creazione live del suono e dell’immagine e nuovi linguaggi espressivi.

http://www.robertomucchiut.com/